Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Borgo Albergo’ Category

Da uno studio condotto su diverse esperienze di Borgo Albergo in Italia e in Europa, nel tentativo di proporre un difficile esercizio di sintesi, abbiamo provato ad estrapolare alcune caratteristiche e indicazioni di tipo generale.
Parlare di modelli nel post-moderno è alquanto pericoloso.
Definire il senso del territorio e delle comunità locali in un periodo caratterizzato, per certi versi, dallo sfilacciamento, dalla frantumazione e dalla continua fuga in avanti non è esercizio semplice. Eppure la sfida è quella di rafforzare l’attribuzione di senso e di significato delle aree rurali, spingendo, sempre più, le “vicende” di questi territori verso esperienze di sostenibilità economica, sociale e ambientale. Questo in un quadro più generale di de-materializzazione, di economia del simbolico e dell’esperienza, di un sistema di interazioni, di relazioni (reti?) locali e globali in continua ri-strutturazione e ri-definizione (come in un gioco di frattali). Proviamo, comunque, a isolare, quelli che, nella nostra attività di ricerca e studio, ci sono apparsi come i passaggi più significativi di un processo territoriale ed economico, l’ organizzazione e la gestione del Borgo albergo e che hanno permesso, nei casi di successo,  alla località rurale, al piccolo centro, di tramutare la residualità in valore. Storie di successo di aree e comunità locali che hanno saputo, attraverso azioni ben condotte di governance territoriale, di management e di marketing trasformare le persistenze culturali e ambientali in esperienze turistiche ricche di appeal per il “consumatore turistico moderno”.

  • Ruolo pivot delle istituzioni locali

In contesti socio-economici fragili, caratterizzati da debolezza imprenditoriale e sfilacciamento sociale, l’iniziativa e la regia per la promozione e la realizzazione di processi complessi, come quello del borgo albergo, non può che essere delle istituzioni locali.

  • Emersione dei valori territoriali (l’identità come presupposto alla costruzione di esperienza).

La realizzazione di un borgo albergo avviene all’ interno di  un processo territoriale. Per  una conduzione positiva del progetto,  che fornisca il più alto livello di successo possibile, il punto di partenza non può che essere il territorio, i suoi valori intimi e la sua storia profonda.

  • Presenza di finanziamenti pubblici

La ristrutturazione del patrimonio abitativo, gli interventi infrastrutturali necessarie difficilmente, considerando l’entità degli importi, potranno essere realizzate con fondi privati dei residenti. Nei casi analizzati la presenza di fondi pubblici ha rappresentato un “must” ineliminabile.

  • Produzione di una disciplina di riferimento.

Sempre più frequentemente le istituzioni intervengono anche attraverso la disciplina normativa del borgo albergo, definendo caratteristiche e tipologia dell’offerta turistica, individuando parametri di qualità, classificando l’offerta turistica proposta. 

  • Presenza di una struttura di gestione radicata sul territorio.

La gestione affidata ad una struttura radicata sul territorio garantisce maggiormente, in termini di coerenza, tra proposta turistica che si costruisce e il senso del territorio (usi, tradizione, dialetto…)

  • Coinvolgimento della comunità locale (processi di apprendimento).

I casi di successo hanno dimostrato la necessità di coinvolgere le comunità locali. All’interno della destinazione “borgo albergo” il ruolo della comunità assume una importanza decisiva. Per sua natura l’esperienza borgo albergo si fonda sulla  relazione tra turisti e residenti, tra turisti e comunità locale. L’atteggiamento, ostile o viceversa cordiale e di integrazione della comunità locale finisce con l’essere una discriminante fondamentale nel giudizio sulla qualità e validità dell’esperienza turistica.

  • Formazione delle risorse umane.

La realizzazione del borgo albergo non è una scorciatoia alle difficoltà economiche del territorio rurale. Al contrario è un progetto complesso e articolato. Una variabile di successo è rappresentata dalla capacità delle risorse umane impegnate nelle attività di gestione dell’offerta turistica territoriale. Figure professionali competenti, formate adeguatamente rappresentano un tassello strategico fondamentale. Il ruolo della formazione nel sostenere l’intero processo non va, pertanto, sottovalutata.

  • Realizzazione di un progetto turistico multifunzionale (ricettività, produzioni tradizionali e dell’ agroalimentare, attività per il tempo libero) e in sintonia con i tratti profondi delle persistenze ambientali e sociali.

Il borgo albergo non è semplicemente attivare ricettività in ambiente rurale. E’ invece, come già anticipato più volte, costruire le condizioni di fruizione dell’ambiente rurale in tutte le sue sfaccettature e particolarità. La qualità complessiva dell’esperienza turistica è determinata proprio dall’ articolazione della possibilità di vivere l’ambiente sociale e ambientale della ruralità.

  • Definizione chiara e univoca dell’esperienza proposta: la ruralità.

Definire chiaramente l’esperienza turistica proposta favorisce i meccanismi di interazione, e perciò di acquisto, con la domanda. La comunicazione, il posizionamento corretto, vengono favoriti da messaggi chiari e ben definiti.

Francesco Di  Bello

Annunci

Read Full Post »